Tu sei qui

Nuovo Plesso Scolastico Esine (bs)

Descrizione: 

Il complesso dovrà presentare uno spazio fisico che distingua il luogo dell’accoglienza, quello educativo, quello per le attività di gruppo e quello destinato ai laboratori per varie attività, proponendo quindi spazi che offrano la possibilità di attività più o meno strutturate (dallo spazio per il gioco a quello per l’incontro, dal laboratorio alle aule di studio). Innanzi tutto l’unione dei tre elementi costituenti l’edificio ovvero l’asilo, la scuola elementare e la scuola media: questo permette la socializzazione e il confronto (fondamentale per lo sviluppo cognitivo dell’utente) di soggetti di diverse età, oltre a rendere possibile l’utilizzo di alcuni servizi, come l’aula magna, dalle tre strutture. Fondamentale, inoltre il legame con l’esterno utile alla formazione della mappa mentale del bambino e rende possibile l’istaurarsi di una relazione storico-ambientale con l’intorno. Da qui l’utilizzo di grandi aperture che non chiudono l’utente all’interno di uno spazio anonimo ma lo mantengono in costante contatto con il luogo. L’edificio, caratterizzato da una forma ad L, atta alla costituzione di uno spazio verde protetto, colloca al piano terreno l’asilo che da un lato propone piccoli spazi all’aperto adatti per l’attività di piccoli gruppi, mentre dall’altro lato vengono sistemate le aule a diretto contatto con il grande spazio verde adatto per il gioco e le attività all’aperto. In un ala dell’edificio troviamo le aule della scuola elementare disposte su due piani collegate visivamente da uno spazio a doppia altezza. Nell’altro lato si trova la scuola media, sempre su due piani. L’angolo di questa grande L è formato da un volume curvo sotto il quale è collocato l’ingresso principale oltre a spazi di sosta e riposo coperti. All’interno il suddetto volume ospita al primo piano i laboratori, i magazzini e gli studioli per gli insegnanti, mentre al secondo troviamo l’aula magna. Lo spazio a doppia altezza ed i corridoi di notevole larghezza ricoprono un ruolo importante all’interno del processo educativo-formativo del bambino in quanto sono destinati alla socializzazione tra studenti e tra studenti ed adulti e quindi alla formazione di diversi tipologie di rapporti interpersonali. L’edificio stabilisce dei forti legami con l’intorno.I materiali utilizzati riprendono in parte la tradizione locale come la pietra a raso ed il legno, largamente presenti nelle persistenze storiche del luogo. L’edificio è costruito per la maggior parte in cemento armato addizionato a polveri di pietra locale ed è inoltre caratterizzato da vetrate che permettono metaforicamente alla natura circostante di penetrare all’interno della scuola. In collaborazione con l'Arch. Luigi Auriello.